Piatti Biologici

Piatti Piani Biologici

Piatti Fondi Biologici

Uno dei limiti e degli ostacoli che sempre più spesso vengono associati al possibile utilizzo dei piatti biologici sono i prezzi: è innegabile, infatti, che ancora oggi non sia stato possibile eliminare del tutto l’ostacolo del costo di prodotti che hanno degli innegabili vantaggi per quel che riguarda il rispetto dell’ambiente e del territorio, ma che se associati alla plastica (che è invece dannosa ed inquinante) spesso perdono la “battaglia” del risparmio.

Perdere una battaglia però non significa perdere la guerra, e quella che da tempo combattiamo contro l’uso smodato di materiali come la plastica, che sono altamente dannosi ed inquinanti per il nostro ambiente, è una guerra che dura da svariati anni e che oggi sembra essere tuttavia sempre più motivo di interesse di molte persone, non solo attivisti e appassionati del settore ma anche persone comuni, persone come tutti noi che, nel nostro piccolo, possiamo fare davvero tanto per il rispetto dell’ambiente e del territorio in cui viviamo. Perché, dobbiamo ricordare, quello in cui viviamo è il pianeta che ci ospita, di cui non siamo proprietari ma siamo responsabili della sua salute e della presenza (o assenza) delle sue risorse a seconda che i nostri comportamenti siano o meno dannosi.

Pensiamoci bene: è ormai da molto tempo che riecheggia l’importanza di utilizzare prodotti non dannosi, come ad esempio elementi privi di sostanze chimiche ed aggressive, prodotti biodegradabili e compostabili, tra cui i piatti biologici, che non sono altro che delle stoviglie prodotte con dei materiali al 100% naturali e che quindi al 100% rispettano la natura ed hanno a cuore l’ambiente in cui viviamo.

Ma cosa sono esattamente i piatti biologici? Sono per caso differenti dai piatti biodegradabili o compostabili? Eventualmente qual è la differenza che potrebbe intercorrere tra queste tipologie e la plastica? Ed ancora, quali sono i prezzi dei piatti biologici?

Procediamo con ordine. Tutti noi, fino a qualche anno fa, eravamo soliti prendere come riferimento la plastica per ogni necessità ed esigenza quotidiana, non solo a casa ma anche in fast food o ristoranti informali, presso caffetterie o take away o anche in autogrill: i piatti ed i bicchieri in plastica hanno da sempre rappresentato il punto di riferimento per l’uso quotidiano in quanto la plastica è da sempre considerata flessibile e sostenibile dal punto di vista economico. Con l’era dell’usa e getta, che ha fatto inesorabilmente aumentare anche l’uso di questi prodotti, ci si è fortunatamente resi conto, con il passare del tempo, che la plastica è un prodotto sì pratico e flessibile e quindi vantaggioso in tal senso, ma cela anche moltissimi svantaggi che si riferiscono al nostro ambiente e territorio e che l’hanno in qualche modo demonizzata nel corso degli anni.

Va da sé che oggi conviene ed è anche consigliato utilizzare, anche per l’uso alimentare, dei materiali appunto diversi dalla plastica: non, quindi, materiali inquinanti e pieni di sostanze chimiche che inevitabilmente si confondono con il terreno e con le acque e le inquinano, ma materie prime semplici e sostenibili, come la polpa di cellulosa, la canna da zucchero e il legno di betulla.

Ed è proprio di questi materiali che sono composti i nostri piatti biologici: nella sezione dedicata, possiamo quindi trovare non solo piatti piani (da 18 o da 23 cm di diametro a seconda delle necessità), ma anche piatti biologici per pizza (con un diametro da 31 cm), ed anche i piatti a tre scomparti da 26 cm di diametro, adatti soprattutto all’uso per aperitivo ed antipasti. Inoltre, è possibile anche acquistare i piatti portabicchiere: si tratta di piatti biologici (del diametro di 23 cm) dotati di una fessura circolare che ne permette l’inserimento del bicchiere, per avere a portata di mano sia l’uno che l’altro ed avere quindi una delle due mani libere, durante una festa o un aperitivo. In questo caso, abbiamo quindi a nostra disposizione un prodotto sicuramente pratico e quindi indiscutibile per qualità, per flessibilità e per utilizzo.

Piatti Biologici: Caratteristiche

In effetti, più in generale la caratteristica di questi prodotti è quella di aver sposato le proprietà della plastica (quindi il fatto di essere dei prodotti pratici e flessibili), ma allo stesso tempo anche il rispetto per l’ambiente ed il territorio: i nostri sono piatti biologici, e quindi altamente rispettosi dell’ambiente, per nulla inquinanti e pertanto ad impatto zero con il terreno.

Anzi: la presenza di componenti naturali ed organiche (quindi la polpa di cellulosa, la canna da zucchero e il legno di betulla) di cui sono composti, rende questi piatti, ma anche bicchieri e posate in genere anche compostabili e quindi facilmente decomponibili in natura.

Un piatto biologico, biodegradabile e compostabile è quindi un piatto che:

  • È prodotto con una materia prima che si degrada al 90% in meno di 6 mesi: secondo le direttive in materia, la biodegradabilità di un prodotto non è altro che la conversione metabolica del materiale in anidride carbonica, che nel caso dei piatti compostabili e biodegradabili è molto veloce e semplice;
  • È un prodotto che si disintegra, non lasciando tracce e quindi privo di contaminazioni visive. Questo significa che il materiale si deframmenta fino a scomparire senza lasciare alcuna traccia nel compost finale;
  • Ha una presenza di metalli pesanti al di sotto della soglia massima predefinita;
  • È naturale al 100% e quindi decisamente sostenibile dal punto di vista dell’ambiente e delle risorse.

Piatti biologici: quali prezzi per questi prodotti?

Uno degli ostacoli che spesso frenano le persone in merito agli acquisti di questi prodotti è il prezzo: i piatti biologici hanno sicuramente un costo maggiore rispetto alla plastica, ma i nostri prodotti sono concorrenziali rispetto a quanto è presente sul mercato, perché siamo attenti anche alle necessità ed alle esigenze economiche dei nostri clienti. Il vantaggio esclusivo di avere un prodotto come i piatti biologici, che non sono inquinanti e sono oltretutto realizzati in materiale naturale e quindi anche per nulla dannoso per l’ambiente, ripaga comunque della piccola spesa aggiuntiva che potrebbe riguardare i prodotti di questo tipo.

Se vuoi conoscere maggiori informazioni e dettagli sul settore, puoi anche approfondire con maggiori dettagli in merito ai piatti biodegradabili, ai piatti compostabili, e sui piatti monouso biodegradabili.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: