Piatti Monouso Biodegradabili

Piatti monouso biodegradabili

Piatti Piani Monouso Biodegradabili

Piatti Fondi Monouso Biodegradabili

Piatti monouso biodegradabiliI piatti monouso biodegradabili sono dei prodotti molto interessanti dal punto di vista del rispetto della natura, del territorio e delle risorse del nostro pianeta: infatti, essi mantengono invariate ed intatte le caratteristiche tipiche dei prodotti monouso (sono sempre prodotti usa e getta quindi adatti sia ad un utilizzo alimentare in casa che ad un uso in negozio o locali, e quindi per la ristorazione)e dall’altro lato, oltre ad essere pratici e flessibili, rispetto ad altri prodotti usa e getta come i piatti monouso in plastica, sono realizzati nel massimo rispetto delle risorse naturali.

Ma come sono composti e piatti monouso biodegradabili e di quante tipologie sono realizzati?

In commercio, i piatti monouso biodegradabili ed anche compostabili possono essere realizzati di diverse forme, misure e dimensioni: ecco che abbiamo, ad esempio, i classici piatti piccoli da aperitivo (che in genere possono essere utilizzati anche per il dessert), ai quali possiamo comunque associare anche i piatti fondi di diverse dimensioni ed i piatti piani, anche molto grandi come ad esempio i piatti della pizza.

Piatti monouso biodegradabili: le tipologie

I nostri piatti monouso biodegradabili si presentano nelle diverse tipologie, sia fondi che piani. Possiamo ricordare, tra di essi, le seguenti tipologie:

  • Piatti monouso portabicchiere biodegradabili da 23 cm di diametro: realizzati in polpa di cellulosa, sono piatti abbastanza grandi da permettere di inserire all’interno della fessura realizzata appositamente per questo scopo, un bicchiere che va da una dimensione di 200 ml fino a 300 ml, con foro per bicchiere di 55 mm. Si tratta di piatti che possono essere utilizzati in qualsiasi evento come catering o buffet, feste o compleanni, in cui sia richiesto anche l’uso del bicchiere: inoltre, la fessura è realizzata per ospitare in alternativa al bicchiere anche delle lattine slim;
  • Piatti monouso biodegradabili da 23 cm di diametro: identici ai precedenti, queste tipologie di piatti però escludono la presenza del bicchiere e non sono dotati dello scomparto apposito. Anche in questo caso, però, si tratta di un piatto piano o fondo realizzato al 100% in Italia ed in materiali naturali, che rispettano la natura e l’ambiente: realizzato in polpa di cellulosa, di ottima qualià, il piatto si presenta in colore bianco, compostabile e monouso e quindi anche adatto ad alimenti di diverso tipo (caldi, freddi, liquidi e unti) e certificato per l’uso alimentare. Il prezzo di questi piatti è assolutamente competitivo e questo lo rende appetibile anche per eventi di grossa portata;
  • Piatti piani per dolce monouso, biodegradabili da 18 cm di diametro: si tratta anche in questo caso di piatti compostabili (quindi facilmente deteriorabili in natura), anche questi realizzati in polpa di cellulosa e certificati per uso alimentare;
  • Piatti piani per pizza monouso, biodegradabili da 31 cm di diametro: adatti per pizza, anch’essi sono bianchi, realizzati in polpa di cellulosa e quindi non solo biodegradabili ma anche compostabili, ottenuti con materiale che ne permette il facile compostaggio. Dopo l’uso, possono essere conferiti nei rifiuti organici;
  • Piatti triscomparto monouso biodegradabili da 26 cm, anch’essi prodotti con materiale competitivo per quel che riguarda il rispetto dell’ambiente e della natura. La particolarità di questi piatti è che sono dotati di veri e propri scomparti che permettono di dividere in un unico piatto tre pietanze diverse, senza che esse si mescolino tra loro. Molto utile, ad esempio, il suo utilizzo per aperitivi o buffet.

Tutti i piatti monouso presenti sul nostro mercato sono realizzati in materiale naturale al 100% senza l’uso di sostanze chimiche che potrebbero quindi danneggiare l’ambiente una volta gettati nell’immondizia. Ma c’è di più, perché questi piatti sono anche compostabili, e questo significa che, una volta che l’uso per cui sono stati prodotti viene meno e che hanno quindi svolto il loro ruolo, essi possono essere gettati nei rifiuti organici e quindi la natura potrà fare il suo corso.

Un materiale si dice biodegradabile quando, dopo 6 mesi, si è auto distrutto il 90% di quel materiale, e questo può avvenire chiaramente solo per piatti e bicchieri compostabili e biodegradabili di ottima qualità e quindi in grado di rispettare questa necessità.

I nostri piatti sono realizzati in polpa di cellulosa: questo materiale è molto interessante e rappresenta, assieme ad altri materiali biodegradabili e plastic free (privi di plastica) come la canna da zucchero o altri scarti di lavorazione delle piante come il legno di betulla, un’alternativa valida e molto utile al classico piatto di plastica. Infatti, questi piatti, a differenza dei piatti realizzati in plastica, non devono essere smaltiti nella plastica ma vanno smaltiti nella raccolta differenziata dell’umido, insieme ad altri scarti di cibo: tra l’altro, proprio questa caratteristica, oltre a rendere i piatti compostabili utili dal punto di vista del rispetto della natura e dell’ambiente e quindi ad impatto zero in tal senso, li rende anche molto pratici e flessibili perché, specialmente in occasione di feste o di sagre, è possibile effettuare la raccolta differenziata in maniera molto pratica e veloce.

Sia i nostri piatti che i bicchieri e le posate biodegradabili sono idonei al contatto alimentare, sia con cibi freddi che con cibi caldi, anche unti, e possono essere utilizzati in microonde: anche questo rappresenta un aspetto interessante di questi prodotti anche per mense aziendali, per mense scolastiche oppure ospedaliere, in cui praticità e velocità sono tutto.

I piatti monouso biodegradabili sono economici?

Piatti biodegradabili economiciSe facessimo un confronto veloce con la plastica, ci renderemmo facilmente conto del fatto che il prezzo è meno concorrenziale: ancora oggi, i piatti e le posate in plastica costano un tantino in meno rispetto ai più affidabili e sicuri monouso biodegradabili e compostabili.

Tuttavia, elencati tutti i vantaggi relativi all’uso di questi prodotti, possiamo comunque ammettere che valga la pena spendere qualcosa in più se la proporzione con i vantaggi è tutta a vantaggio dei piatti monouso biodegradabili e compostabili: inoltre, essi non hanno nulla da invidiare, ad esempio, ai piatti di plastica per flessibilità e per praticità, anzi. Mentre questi ultimi, una volta esaurito lo scopo per cui sono stati realizzati, devono essere separati dagli scarti organici ed eliminati nella raccolta della plastica, i piatti monouso possono essere conferiti nell’umido insieme agli scarti alimentari, e questo è un aspetto tutto in favore del biodegradabile perché indica la possibilità di velocizzare l’attività.

I piatti monouso biodegradabili sono economici se proporzionati al costo della plastica: inoltre, presso il nostro negozio online potrai comunque trovare molte offerte e prezzi concorrenziali e davvero vantaggiosi, perché siamo lieti di offrire un prezzo decisamente competitivo allo scopo di agevolarne l’uso anche presso grandi aziende ed organizzatori in genere di sagre, feste ed eventi.

Se ti interessa saperne di più anche su altri dei nostri prodotti, puoi approfondire l’argomento su piatti biologici, sui piatti biodegradabili in cellulosa biodegradabile (ti spieghiamo cos’è e come essa renda possibile un maggior rispetto di ambiente e natura) ed infine anche sui piatti compostabili.

Hai appena aggiunto questo prodotto al carrello: